Pagina 3 di 6

04/09/2019

L’acrostico di oggi riprende una parola già utilizzata, ma rivista sotto una nuova luce e un nuovo significato.

Parliamo di Pioggia, una sensazione così intensa da stimolare più componimenti.

Il titolo di questo acrostico è 04/09/2019, ed ecco a voi il testo.

 

Pianeti

Insondabili

Orbitano a

Galassie di distanza,

Guardando l’

Immenso

Avverarsi

– Gli occhi tuoi

 

Fateci sapere che ne pensate nei commenti e se vi è piaciuto condividete!

 

Rappresentazione grafica dell'acrostico 04/09/2019

Amore dispari

La poesia di oggi parla di amore, ma non l’amore tradizionale, tra due persone.

Un amore dove il numero delle persone coinvolte risulta, purtroppo, dispari.

Ecco il testo di Amore dispari

 

La brutalità

Di un amore dispari

 

Bugiardo a parole

Sincero nei gesti

 

Fuggiamo da noi

Se scappo tu resti?

 

Lentamente appassiamo

 

 

Fateci sapere cosa ne pensate nei commenti!

 

Rappresentazione grafica della poesia Amore dispari

(A)simmetry

Quella di oggi è una poesia strettamente legata alla forma con cui è scritta.

Vi riportiamo di seguito il testa ma, se volete apprezzarla al meglio, vi suggeriamo di guardare l’immagine

 

La simmetria è reato.

Mi credi pazza?

Osserva una foglia!

Una metà non sarà mai uguale all’altra.

Pensa a te.

Una persona uguale a te?

Nemmeno tu

sei uguale a te.

Sei pazzo.

 

Fateci sapere nei commenti cosa ne pensate

 

Rappresentazione grafica della poesia "Simmetria"

 

02/07/2019

Oggi vi proponiamo un haiku, molto intenso come ogni componimento di questo genere.

Nell’immagine allegata è stata erroneamente confusa una parola, che cambia il senso della frase, quindi qui di seguito riportiamo il testo originale.

 

 

A volte mi faccio in mille pezzi

solo per il gusto

di provare un’altra forma

 

Sfruttiamo allora questa fortunosa casualità per chiedere il vostro parere.

Quale delle due versioni preferite? E perché?

Rappresentazione grafica dell'haiku 02/07/2019

Dei perduti amanti – Antonia De Gattis

Nonostante Instagram sia il regno dell’apparenza, con le giuste ricerche si può anche trovare qualche contenuto di rilievo.

Girovagando in cerca di ispirazione e, bisogna ammetterlo, per ammazzare il tempo ci siamo fortunatamente imbattuti nel profilo di Antonia De Gattis (che potete visitare qui).

Un’artista della miglior specie che, in attesa della pubblicazione del libro “Gli anni distanti” ci delizia con le sue poesie nel succitato account Instagram e nell’altrettanto meritevole di attenzione pagina Facebook .

Rimasti abbagliati dalle sue composizioni abbiamo deciso di condividerne una con voi, dal titolo “Dei perduti amanti”

Eccola, in tutta la sua bellezza

 

 

Dimmi, dove vuoi che posi la mia mano
prima ancora della mia bocca
in questo vicolo cieco 
e un muro a farci da alcova 
Dimmi, dove vuoi che posi i nostri sogni
di perduti amanti se le tue labbra
hanno il sapore amaro della rinuncia
Sento rumori di passi in lontananza
Qualcuno ride, qualcuno piange
Qualcuno alza un calice
che non celebrerà nessuna vittoria
Ho paura e il canto della sirena
è sempre un canto di morte
Adesso la mia mano è sul tuo petto
e ogni granello di sabbia nella clessidra del tempo
è una perdita inarrestabile 
Chi ha deciso dei nostri anni?
A chi dobbiamo l’infausta scelta?
Intorno a noi, la guerra

 

Conoscevate già questa artista? Vi piacciono le sue opere?

Fatecelo sapere nei commenti!

 

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén